Anuga 2017 Cologne

saremo presenti dal 7 al 11 Ottobre 2017
all'ANUGA di Colonia
Hall 11.3 - B033

Shop online

Acquista le FARINE STRAPIZZA

per la pizza fatta in casa

di qualità!

Ricettario

Gli esperti Strapizza hanno studiato la giusta quantità per ogni ingrediente in base alle teglie che hai nella tua casa.

Un modo semplice e divertente per fare la tua pizza perfetta.

Strapizza’s
How to

Impastare

Preparare tutti gli ingredienti da tenere a portata di mano nelle dosi previste. Avvertenze: i tempi di maturazione variano molto da stagione a stagione, a causa della temperatura ambientale. Più alta è la temperatura, più rapida sarà la maturazione dell'impasto. Le indicazioni di tempo qui riportate si riferiscono ad una lavorazione effettuata ad una temperatura ambiente di circa 22 gradi.

1 Con l'impastatrice
2 A mano
3 Con il Bimby

Ricordati di rispettare rigorosamente le dosi consigliate per ottenere una strapizza buona e digeribile

  1. Accendere l'impastatrice vuota a velocità minima.
  2. Mettere l'acqua a temperatura ambiente nell'impastatrice
  3. Aggiungere il lievito e lo zucchero nell'acqua.
  4. Aggiungere la farina, l'olio extravergine d'oliva (evitare l'olio con Strapizza Cereali).
  5. Aggiungere il sale (per ultimo, il sale danneggia il lievito. Non usare il sale con Strapizza Cereali).
  6. Impastare il fino ad ottenere un impasto omogeneo.
  7. Prendere la teglia, ungerla bene, appoggiare al centro la boccia di pasta e ungerla in superficie, coprire il tutto con un foglio di pellicola trasparente alimentare.
  8. Lasciare lievitare fino al triplicare del volume. (Tempo variabile da 30' a 60' in base alla temperatura ambientale).
  9. Stendere la pasta su tutta la superficie della teglia.
  10. Per ottenere una pizza più soffice lasciare lievitare per altri 30' - 40'.
  11. Farcire a piacimento. Strapizza consiglia passata di pomodoro di alta qualità e mozzarella fresca. Sgocciolare bene i prodotti da farcitura.
  12. Infornare a 200 - 220 gradi per 10 - 20 minuti in base al tipo di forno e all'eventuale uso del ventilato.

Ricordati di rispettare rigorosamente le dosi consigliate per ottenere una strapizza buona e digeribile

  1. Mettere l'acqua a temperatura ambientein un recipiente grande abbastanza da contenire la farina e poterla lavorare. 
  2. Aggiungere il lievito e lo zucchero nell'acqua.
  3. Aggiungere la farina, l'olio extravergine d'oliva (evitare l'olio con Strapizza Cereali)
  4. Aggiungere il sale (per ultimo, il sale danneggia il lievito. Non usare il sale con Strapizza Cereali)
  5. Impastare il fino ad ottenere un impasto omogeneo
  6. Prendere la teglia, ungerla bene, appoggiare al centro la boccia di pasta e ungerla in superficie, coprire il tutto con un foglio di pellicola trasparente alimentare.
  7. Lasciare lievitare fino al triplicare del volume. (Tempo variabile da 30' a 60' in base alla temperatura ambientale) 
  8. Stendere la pasta su tutta la superficie della teglia.
  9. Lasciare lievitare per altri 40' - 60' (facoltativo: per una pizza più croccate si può procedere con il punto 10 e 11)
  10. Farcire a piacimento. Strapizza consiglia passata di pomodoro di alta qualità e mozzarella fresca. Sgocciolare bene i prodotti da farcitura.
  11. Infornare a 200 - 220 gradi per 10 - 20 minuti in base al tipo di forno e all'eventuale uso del ventilato

RicordatiGli impasti con lievito di birra, sia dolci che salati, avrai un ottimo risultato, utilizzando la velocità spiga.

  1. Inserisci nel mixingbowl l’olio, il lievito, l’acqua, e il sale: 5 secondi a vel. 6.
  2. Aggiungi la farina: 20 secondi a vel. 6 e 1 minuto a vel. spiga.
  3. Prendere la teglia, ungerla bene, appoggiare al centro la boccia di pasta e ungerla in superficie, coprire il tutto con un foglio di pellicola trasparente alimentare.
  4. Lasciare lievitare fino al triplicare del volume. (Tempo variabile da 30' a 60' in base alla temperatura ambientale) 
  5. Stendere la pasta su tutta la superficie della teglia.
  6. Lasciare lievitare per altri 40' - 60' (facoltativo: per una pizza più croccate si può procedere con il punto 7 e 8).
  7. Farcire a piacimento. Strapizza consiglia passata di pomodoro di alta qualità e mozzarella fresca. Sgocciolare bene i prodotti da farcitura.
  8. Infornare a 200 - 220 gradi per 10 - 20 minuti in base al tipo di forno e all'eventuale uso del ventilato

Stampa e tieni con te

Scarica il tuo PDF

PDF

Strapizza’S
Recipes

Pizza Funghi e Speck

Le lunghe passeggiate nei boschi a caccia di funghi vi hanno messo un certo languorino? Perché non utilizzarli per condire una meravigliosa pizza per riacquistare le energie!

MEMO: 
pomodoro, mozzarella, funghi, speck

Cercare funghi è un'attività per esperti che sanno come trattarli e soprattutto dove trovarli. Ma per chi non sa da dove cominciare, in commercio ne troverà diversi e per tutte le tasche. Vanno bene anche i funghi coltivati come gli champignon che incontrano i gusti di tutti, oppure i misti trifolati già pronti se volete risparmiare il tempo di preparazione.

Stendete la pasta su una teglia per pizza e coprite con la passata di pomodoro. Mettere i cubetti di mozzarella, ma se avete in casa anche del formaggio di malga non troppo stagionato, aggiungetene qualche pezzetto: daranno alla vostra pizza quel sapore deciso.

Infornate per un quarto d'ora a 220° e all'uscita, stendete le fette di speck per mantenere gli aromi intensi dell'affumicatura.

E ora riprendiamo le energie per la prossima passeggiata!

Pizza con pecorino toscano e funghi porcini

Il sottobosco d’autunno.. ricco di profumi, odori, emozioni. E mentre le nostre passeggiate riempiono i cestini di funghi, abbiamo già in mente una pizza che ci possa far gustare queste delizie del bosco.

MEMO: 
mozzarella, pecorino toscano poco stagionato, funghi porcini freschi, aglio in polvere, prezzemolo fresco

Avete portato a casa qualche bel porcino o ve ne hanno portati e non avete voglia di farne un intingolo? Tra le innumerevoli ricette, allora, perché non una pizza? 

Bene, cominciamo: puliamo i funghi. Tagliate la parte finale dei gambi e poi, con l’apposito pennellino puliteli dalla terra. Se dovessero essere ancora troppi sporchi, passateli sotto l’acqua fredda con molta delicatezza, senza ammaccarli. Tagliateli in pezzetti non troppo piccoli.

Metteteli in una casseruola con un po’ di aglio in polvere, prezzemolo e olio EVO e fateli cuocere una decina di minuti, in modo da avvantaggiarne la cottura che finiremo in seguito.

Avete già steso l’impasto riposato sulla teglia rotonda? E’ arrivato il momento. Poi prendete la mozzarella che avrete già fatto scolare e tagliata in pezzetti e stendetevela sopra.

Tagliate il pecorino che deve essere poco stagionato per mantenerne la morbidezza e tagliatene dei pezzetti. Aggiungeteli alla base.

E ora distribuite i funghi e infornate per dodici minuti a 220°. Tenete d’occhio la cottura per non bruciare i formaggi e soprattutto per non seccare troppo i funghi. Sfornate e guarnite con un po’ di prezzemolo fresco e un giro di olio EVO. L’autunno è in tavola!

Pizza salmone, arancia, mozzarella di bufala, rucola

Ricca di omega 3 e vitamina C, fresca, dolce e aspra allo stesso tempo, questa pizza dà il benvenuto alla nuova stagione dandovi la carica e l’energia per affrontare i primi freddi!

MEMO: 
salmone affumicato, arancia, mozzarella di bufala, rucola, pepe rosa

Arrivano i primi freddi? Finalmente! Forno acceso e via! 

Prepariamo l’impasto e, dopo averlo fatto riposare lo stendiamo in una teglia rettangolare poi la mettiamo nel forno caldo e la lasciamo cuocere 12 minuti a 220° fino a che la pizza assumerà un bel color dorato.

Questa è una pizza con ingredienti crudi, quindi l’unica cottura richiesta è per la base: fate attenzione che non diventi troppo ”biscottata”, meglio un forno tradizionale.

Nel frattempo aprite e scolate bene la stracciatella, in modo che non rilasci il siero sulla pizza, tagliate a striscioline il salmone e sbucciate a vivo un’arancia e tagliate le fette in pezzi.

Quando il timer suonerà, togliete la teglia dal forno. Stendete il salmone, poi distribuite la stracciatella e i pezzetti di arancia. Poi aggiungete qualche grano di pepe rosa, la rucola lavata e asciugata e infine, se vi piace un po’ di glassa all’aceto balsamico.

E ora siamo pronti ad affrontare il freddo più freddo!

Pizza con alici, pomodori e olive verdi

Che cosa c’è di meglio del connubio pizza-amici-partita? La cena gustosa e saporita per eccellenza insieme agli amici, sul divano, davanti alla tv a seguire una partita. Fischio di inizio..

MEMO: 
mozarella, pomodoro, alici, pomodori maturi scolati, olive verdi, origano

Avete mai pensato a quanto le cose semplici possano rendervi felici? E un’appetitosa cena gustata con una buona compagnia facendo insieme qualcosa che unisca tutti non è tra queste?

Sbrighiamoci dai, che tra un po’ inizia! Avevamo impastato la pizza e l’avevamo lasciata a lievitare in cucina. Ora possiamo scoprirla e stenderla sulla teglia rotonda grande.

Stendete sulla pizza la passata di pomodoro e la mozzarella in pezzetti. Distribuite bene il tutto e metteteci sopra, distese, le acciughe sgocciolate dall’olio.

Avevate lasciato anche i pomodori belli maturi a scolare dall’acqua in modo che non rilascino liquido sulla pizza in cottura. Asciugateli e distribuiteli sul resto degli ingredienti.

Infine aggiungete qualche oliva verde denocciolata e una spolverata di origano. E ora io forno per un quarto d’ora a 220°! Dai, che la partita inizia!!

Pizza stirata alla romana con gorgonzola, asparagi, mozzarella

Una gustosa bianca ricca, dal sapore deciso del gorgonzola e al tempo stesso delicata degli asparagi vi regalerà un nuovo sapore da condividere.

MEMO: 
mozzarella, gorgonzola, asparagi

Questa volta per la base della nostra ricetta è stata usata la farina Strapizza Mix 1. Preparate l’impasto lavorandolo secondo le istruzioni sul nostro sito e, dopo averlo fatto riposare, stendetelo su una teglia rettangolare.

Mentre aspettate che l’impasto sia pronto da stendere, fate bollire dell’acqua in una pentola, salatela e mettetevi a cuocete gli asparagi per circa un quarto d’ora (controllate la cottura poiché se sono molto sottili si cuoceranno in meno tempo). Scolateli.

A questo punto tagliate la mozzarella e stendete le fette sull’impasto, aggiungete dei pezzetti di gorgonzola qua e là. Per il gorgonzola potete usare sia quello piccante sia quello dolce a seconda dei vostri gusti.

Infine guarnite con gli asparagi, come la fantasia vi suggerisce: in fila, a rombi, a rondelle, oppure lasciate la distribuzione al caso.

Infornate per una decina di minuti abbondanti a 220° controllando che i formaggi non diventino troppo scuri. Sfornate e .. voilà, gustate!

Pizza ripiena con mortadella, squacquerone, granella di pistacchio

Profumatissima questa ricetta del nostro pizzaiolo! Dopo una nuotata in piscina è quello che ci vuole per assaporare il vostro relax.

MEMO: 
mortadella, squacquerone, granella di pistacchio, olio EVO

Per questa pizza ripiena si stende l’impasto (in questo caso è stato usato Strapizza Mix1) in una teglia rettangolare e la si fa cuocere per una decina di minuti a 220° fino a che la pizza assumerà un bel color miele.

Nel frattempo prendete i pistacchi, sbucciateli per bene e tritateli nel mixer a velocità alternata per non scaldarli nello sminuzzamento.

Ora tiratela fuori dal forno e lasciatela raffreddare quel tanto che vi permetterà di tagliarla a metà. Fatto questo, stendete le fette della mortadella (provate quella al pistacchio IGP) e aggiungete delle cucchiaiate in modo da equilibrare i sapori e facendo attenzione a non caricare troppo vicino al bordo in modo che quando la chiuderete non strabordi.

Ora il tocco finale: una pioggia di granella di pistacchio e un filo d’olio EVO.

Un connubio di sapore e profumi a invaderà il vostro momento relax dopo una bella nuotata in piscina!

 

Pizza ai semi di papavero ripiena con tacchino rucola e pomodoro

Una pizza ripiena con ingredienti semplici ma che saprà regalare al vostro palato un gusto morbido ed equilibrato!

MEMO: 
semi di papavero, fesa di tacchino, rucola, pomodori, salsa rosa

Prima di tutto stendete l’impasto della pizza su una teglia rettangolare così sarà più facile da tagliare per farcirla.

Ungete la superficie e cospargete i semi di papavero. Infornate per una decina di minuti a 220°, fino a che la pasta non prenderà un color caramello.

Mentre aspettate che cuocia, lavate e asciugate la rucola, lavate i pomodori non troppo maturi e tagliateli a fettine.

A questo punto sfornate e attendete che la temperatura scenda, poi tagliatela con un coltello per il pane come fareste con una ciabatta lunga.

Stendete sulla base le rotelle di pomodori, le fette di fesa di tacchino, la rucola e condite con qualche cucchiaino di salsa rosa.

Chiudete con l’altra metà della pizza ed è pronta per il vostro brunch della domenica!

 

Pizza Bresaola Rucola Grana

Per ricaricarci di energia in questa calda estate, ecco un classico tra le farciture per le pizze!!

MEMO: 
bresaola, rucola, grana, olio

L’estate ci butta a terra? Dobbiamo fare qualcosa! Perché non trasportare un piatto freddo estivo sulla nostra pizza per avere un’accoppiata vincente?

Stendete l’impasto in una teglia e conditela con il solo pomodoro o con l’aggiunta di mozzarella e cuocete per una decina di minuti a 220° gradi.
La farcitura di questa pizza è all’uscita!

Innanzitutto bisogna scegliere la bresaola. In commercio ne troverete diverse: di manzo, di cavallo le più comuni, affumicata o di cervo se volete un gusto più rustico. Questo sarà il gusto tema della nostra pizza.

Aggiungiamo la rucola che darà la punta amarognola esaltando il sapore sapido della carne aiutandone la digestione. Se ne trovano di due tipi: rucola coltivata (eruca sativa) e la rucola selvatica (diplotaxix tenuifolia), quest’ultima dal sapore più intenso. A voi la scelta a seconda del gusto.

Infine il formaggio grana, dal sapore intenso, pieno e ricco di sali minerali. Un formaggio stagionato di pasta granulare con proprietà organolettiche ben definite: affidatevi alle produzioni italiane per degustare sapori originali.

Un giro di olio di oliva e.. mettiamoci a tavola!

Calzone Salsiccia e Broccoli

Se avete voglia di gusti decisi e armoniosi, ecco quello che fa per voi: un calzone dal ripieno intenso dove  broccoli e salsicce sono protagonisti!

MEMO: 
broccoli, salsiccia, mozzarella, olio

Mettete le salsicce a cuocere una padella antiaderente o su una griglia, girandole di tanto in tanto per una decina di minuti. Nel frattempo, tagliate i broccoli in cimette non troppo grandi. Fate bollire una pentola d’acqua, salatela e scottate i broccoli per una decina di minuti.

Stendete l’impasto della pizza a forma rotonda su una spianatoia.

Tagliate le salsicce a rondelle e scolate bene le verdure e la mozzarella, in modo che non rimangano bagnate poiché l’acqua non potrà evaporare all’interno del calzone. Distribuite gli ingredienti su metà dell’impasto e poi copriteli con l’altra metà dell’impasto, come a formare una mezza luna. Premete i bordi in modo che si chiudano bene, spennellate leggermente di olio il calzone, mettetelo in una teglia e infornate a 220° per una ventina di minuti abbondanti, in modo che il condimento interno abbia tempo di cuocersi e amalgamarsi.

Sfornate e gustatevi questo intenso sapore.. mmmhhh, che delizia!

Pizza Cioccolato e Fragole

Proviamo questa pizza dolce al posto della solita torta! A chi non piace pane e cioccolato?

MEMO: 
cioccolato fondente, burro, latte, zucchero, farina, fragole

Stendete l’impasto della pizza in una teglia rotonda, proprio come una torta.

Nel frattempo prendete un etto e poco più di cioccolato fondente e fatelo sciogliere in mezzo bicchiere di latte, aggiungete 50gr di zucchero semolato, 20gr di burro e un cucchiaio di farina per addensare. Continuate a mescolare finché non otterrete una crema densa.

Ora potete stenderla sull’impasto in modo da lasciare un bordo di un paio di centimetri. Lavate le fragole e tagliatele a pezzetti o a rondelle e disponetele sulla pizza. Potete usare anche fettine di arancia o lamponi a seconda dei gusti e delle stagioni.

Infornate a 210° per un quarto d’ora in modo da dorare l’impasto ma non da seccare troppo la frutta.

Sfornate e lasciate scendere la temperatura del cioccolato: non ci resta che .. fare merenda!

Pinzone con semi di papavero

Molto in uso nei paesi mitteleuropei, da qualche anno si trovano anche nei nostri supermercati e come arricchimento dei prodotti da forno. Volete provare anche voi?

MEMO: 
strutto per l’impasto (20gr per 300gr di farina Manitoba), olio EVO, semi di papavero

Siamo in fase di impasto del nostro pinzone e prima di mettere il sale, aggiungere una ventina di grammi di strutto (lo trovate nel banco frigo del vostro supermercato di fiducia, vicino al burro). Lo strutto gli darà quell’inconfondibile sapore e una morbidezza che solo questo ingrediente sa dare. Poi procedete come di consuetudine.

Dopo la lievitazione, stendetelo in una teglia rettangolare e ungete con olio la superficie, quel tanto che basta per far attaccare i semi di papavero e quindi cospargeteli sul pinzone. Infornate a forno caldo a 200° per 20/25 minuti.

Questo pinzone è buono caldo o a temperatura ambiente, tagliato a metà e farcito con i salumi o semplicemente così, assaporando tutto il gusto.. non avete già l’acquolina?

Pizza melanzane trifolate e provola

Un ortaggio che non finisce di stupirci! Quante ricette esistono con le melanzane? Proviamola anche così, trifolate e fuse con la provola su una croccante pizza!

MEMO: 
provola, pomodoro, melanzane, prezzemolo, aglio, olio EVO

Questa volta dovrete essere abili, abilissimi! Ma non nel tagliare le melanzane in fette sottili sottili, piuttosto a non farvela portare via da sotto al naso! 

Come dicevamo, questa volta dovrete cercare di ottenere rotelle di melanzane molto sottili per poterle cuocere meglio. Mettetele in un contenitore, distendendole e coprendole con una miscela di sale, olio extravergine di oliva, aglio in polvere. Lasciatele macerare un paio d’ore.

Nel frattempo, prendete una teglia e stendete l’impasto. Prendete le melanzane e posate ogni fetta a regola d’arte, un po’ come ha fatto il nostro pizzaiolo, e cospargete il tutto con listarelle di provola.

Infornate e aspettate: ma state nei dintorni .. qualcuno potrebbe arrivare per prima di voi!!!

Pizza di Pomodori

Siete stanchi di pane da tramezzino per i vostri apertivi? Che ne dite di sostituirlo con una pizzetta come base per le vostre creazioni?

MEMO: 
pomodoro, pomodori freschi, peperoncino

Dopo una lunga settimana di lavoro non vedete l’ora di gustarvi un rilassante aperitivo con gli amici ma il pane in cassetta è troppo morbido? Provate con la pizza! E’ certo che va preparata in anticipo, ma sarà sicuramente più appetitosa.

Mentre aspettate l’impasto lieviti al punto giusto, prendete i pomodori freschi, lavateli, tagliateli in pezzi e fateli scolare dall’acqua in eccesso. Una volta che l’impasto è pronto, stendetelo su una teglia rettangolare così sarà più facile da tagliare un forme regolari.

Prendete un po’ di passata di pomodoro e conditela con olio, sale e del peperoncino in polvere. Stendetela quindi sull’impasto. Ora potete distribuire i pezzi di pomodoro e mettere la pizza in forno per una decina di minuti a 220° gradi.

Sfornate e lasciate intiepidire, poi tagliatela un quadratini, e “infilzatela” con uno stuzzicadenti. Ora aggiungete allo stuzzicadenti tutto ciò che vi invita: olive, acciughe, peperoni, wurstel, cubetti di formaggio, pere, gamberetti, salame, prosciutto, fichi.. qui la fantasia non ha limiti!

Focaccia Pugliese

Dalla Puglia, una tipica ricetta per una focaccia morbida, ideale come spuntino per le vostre gite, per le merende o per un gustoso break.

MEMO: 
(patate per l’impasto), olio, pomodori ciliegini, olive verdi pugliesi, origano

Secondo la tradizione pugliese, vanno aggiunte alle farine un paio di patate lessate in fase di lavorazione dell’impasto, insieme agli altri ingredienti. Una volta ottenuto un impasto omogeneo ed elastico, fatelo riposare fino a quando non sarà diventato il doppio del suo volume. A questo punto ungete una teglia rotonda, stendetevi l’impasto e ungetelo anch’esso.

Prendete i pomodorini e le olive e distribuitele sulla focaccia. Lasciate riposare coperta ancora in modo che riprenda la lievitazione per una ventina di minuti. Al termine di questo tempo, aggiungete un velo di olio prima di infornarla, mentre aspettate che il forno raggiunga i 200°: mezz’oretta e la vostra focaccia sarà cotta. E ora.. zaino in spalla, si parte con la carica giusta!

Pizza Pesto e Zucchine

Delicatissima ma gustosa, questa pizza darà al vostro palato la freschezza delle erbe aromatiche e la morbidezza delle zucchine. Pronti con il pestello? Via!

MEMO: 
mozzarella, pesto (basilico, pinoli, aglio, olio, parmigiano, pecorino), zucchine

Procuratevi gli ingredienti per fare il pesto: una manciata di foglioline di basilico, una pugno di pinoli, uno spicchio di aglio. Pestateli con del sale grosso nel mortaio fino ad amalgamarli. A questo punto aggiungere i formaggi grattugiati e l’olio a filo, fino ad ottenere una salsa densa.
Nel frattempo passate le zucchine tagliate a cubetti o a rondelle in una pentola con un pizzico di sale, olio in modo da avvantaggiare la cottura. Quando sono quasi pronte ammorbiditele con due cucchiai del vostro pesto in modo che prendano sapore.
Stendete ora l’impasto della pizza sulla teglia e distribuite il pesto e la mozzarella. Adagiatevi le zucchine e infornate a 220° per una decina di minuti. Se lo preferite, potete stendere il pesto all’uscita per mantenerne la freschezza, non vi deluderà!

Pizza Chips di patate e Rosmarino

 

Mmmhhh! Sento già la croccantezza delle sfoglie di patate con il meraviglioso aroma mediterraneo del rosmarino

MEMO: 
mozzarella, patate, rosmarino fresco

Alzi la mano a chi non piacciono le patatine! Impossibile resistere e allora non ci resta che provare questa golosità!

Prendete una teglia rettangolare, grande, poiché la seconda fetta è d’obbligo.. Stendete la pasta con le mani nella teglia e fate un giro di olio d’oliva senza esagerare. Senza stropicciare troppo l’impasto, spalmate l’olio con le dita in modo che tutto l’impasto lucido. Aggiungete la mozzarella in piccoli pezzetti.

Ora prendete le patate, tre o quattro a seconda della grandezza, sbucciatele e tagliatele sottili sottili, magari aiutandovi con una mandolina. Distribuitele sull’impasto. Salate e ultimate con il rosmarino, meglio se fresco.

Infornate e tenete d’occhio la cottura per non abbrustolire troppo le patatine. Questa pizza è perfetta come aperitivo, come merenda, come pranzo, come cena, come pizza..

Pizza Hawaii

 

Una pizza di origini canadesi a dispetto del nome e popolarissima in Australia. Vi sorprendera! 

MEMO: 
pomodoro, mozzarella, ananas, prosciutto cotto, pancetta

Dolce e profumata. Con quel gusto unico che avvolge e accompagna il sapore del prosciutto e del bacon. Assaggiatela e fatevi rapire da questa amabile amicizia di ingredienti insoliti.

Stendete la pasta nella teglia e stendete un velo di pomodoro con un pizzico di sale e qualche pezzetto di mozzarella. Prendete un ananas e pulitelo dal ciuffo e dalla buccia. Con l’attrezzo apposito togliete il centro che risulta essere troppo duro, tagliate il frutto in ruote non troppo spesse.

Ora prendete le fette di prosciutto e adagiatele sull’impasto condito, spargete i cubetti di pancetta e sistemate le rondelle di ananas.

Infornate per una decina di minuti e gustatevi questa golosissima pizza!

Pizza BBQ

 

Non ci avete mai pansato? Il barbecue della domenica all'aria aperta insieme agli amici. Cosa mettiamo sulla graticola? carne? verdure? oggi, pizza!

MEMO: 
pomodoro, mozzarella, pollo, cheddar/edamer, salsa barbecue, cipolla

Ci vuole impegno nel cuocere la pizza sulla griglia, ma non ve ne pentirete!

Accendete il fuoco e riducetelo in braci per la cottura. Nel frattempo, tirate l’impasto abbastanza da ottenere un fondo omogeneo ma non troppo morbido per poter essere cotto sulla graticola. Cuocere il pollo sul grill, in modo che sia dorato da entrambi i lati, poi separate la carne dalle ossa e stendetela sull’impasto. Aggiungete dei cubetti di cheddar o di edamer, qualche rotella di cipolla e un giro di salsa barbecue.

Questo tipo di cottura non ha una temperatura stabile ed è quindi fondamentale tener d’occhio costantemente la pizza per poter gestirne la cottura ed evitare si bruci!

Pizza marinara

 

Pochi ingredienti ma saporita, ottima anche come apertivo questa pizza dal sapore deciso vi conquisterà

MEMO: 
pomodoro, doppio pomodoro, aglio, olio, origano

Si dice che il nome derivi dagli ingredienti di facile conservazione che si tenevano sulle imbarcazioni e con cui veniva condita la pizza a bordo.
Stendete la pasta su una teglia rettangoloare per pizza. Condite la passata di pomodoro con un pizzico si sale. Coprite la pasta con la passata, generosamente. 
Ora grattugiate uno spicchio di aglio e distribuitelo sulla pizza. Infine una manciata di origano essiccato in foglie. Un giro di olio e infornate per 10-15 minuti a 220°.
E ora, che siate sul ponte di una nave a guardare il mare o sulla terrazza di casa vostra, lasciatevi rapire dalla genuinità di questa irresistibile pizza!

Pizza estiva

 

Calda calda estate! Che ne dite di una caprese? Pizza, s'intende!

MEMO: 
pomodoro, mozzarelladi bufala, pomodori freschi, basilico

Il caldo estivo vi butta a terra, ma avete voglia di una pizza leggera giusta per l'estate? Eccola qui.
Stendete l'impasto in una teglia rettangolare per pizza e mettetevi sopra la passata di pomodoro condita con un pizzico di sale e olio extra vergine di oliva.
Infornate per una decina di minuti. Nel frattempo tagliate la mozzarella di bufala a fettine. Lavate dei pomodori rossi non troppo maturi e tagliateli a ruota.
Sfornate la pizza disponete la mozzarella e i pomodori intercalandoli sull'impasto.
Rimettete nel forno per un altro paio di minuti in modo che i sapori di amalgamino un po'.
Sfornate e guarnite con basilico fresco. Non ci resta che gustarla!

Pizza invernale

 

Nevica nevica nevica e poi? Ore e ore a spalare il vialetto di casa che continua ad imbiancarsi.. ci vuole qualcosa che ci tiri su di morale e di energie! Una calda pizza invernale davanti al camino con una buona musica di sottofondo? Questo è comfort food!

MEMO: 
pomodoro, mozzarella, gorgonzola, radicchio rosso, noci

Lasciamo fuori il brutto tempo e la fatica e prepariamo qualcosa che ci dia soddisfazione in questo rigido inverno. Semplice e veloce, questa pizza ci farà sentire appagati e rifocillati. Prendete una teglia per pizza e stendetevi dentro l'impasto. Distribuite con un cucchiaio la passata di pomodoro condita con un po' di sale e olio. Prendete il gorgonzola, tagliatelo a pezzetti e sistematelo sulla pizza. Se preferite un formaggio erborinato dal sapore più intenso provate ad aggiungere del Roquefort.
Ora lavate accuratamente il radicchio rosso, asciugatelo ma non troppo. Tagliatelo a strisce e coprite l'impasto lasciando il cornicione in evidenza.
Ora ultimate con qualche gheriglio di noce e infornate a 220° per un quarto d'ora lasciando che il formaggio si sciolga e che le verdure si amalgamino al cacio.
Servitevi e lasciatevi coccolare da questo sano comfort food!

Pizza rustica alle verdure

 

I sapori intensi e rustici direttamente dall'orto alla tavola!

MEMO: 
pomodoro, mozzarella, melanzane, zucchine, peperoni, cipolle

Se avete la fortuna di coltivare le verdure nel vostro orticello, potete assaporale cogliendole direttamente, altrimenti dal fruttivendolo di fiducia potrete scegliere gli ortaggi migliori.
Per due pizze basteranno una melanzana, due zucchine, un peperone rosso o giallo e una cipolla. Preparatele tagliando a rotelle non troppo spesse sia le melanzane che le zucchine e in falde il peperone avendo l'accortezza di togliere la parte bianca. 
Nel frattempo scaldate la griglia, adagiate le verdure e fate arrostire bene. 
Stendete l'impasto per pizza: in questo caso vi consigliamo di usare una parte di farina integrale che ben si sposa con questo condimento.
Coprite con passata di pomodoro salata, la mozzarella e poi adagiate le verdure e infine gli anelli di cipolla. Infornate e dopo un quarto d'ora ecco a voi i profumi dell'orto nel piatto!

Pizza siciliana

 

Rossa come la lava, con i profumi della Sicilia: i capperi di Pantelleria, le olive nere asciugate al sole, le acciughe del Mediterraneo, l'origano dell'Etna.

MEMO: 
doppio pomodoro, olive nere, capperi, acciughe, origano

Stendete la pasta in una classica teglia per pizza tonda, copritela con una generosa passata di pomodoro denso e condito con un po' d'olio e un pizzico di sale.
In questa ricetta non è prevista la mozzarella, ma nulla vieta di metterla, vi ammorbidirà i sapori. Sistemate ora sette, otto acciughe a raggiera.
Se avete quelle belle olive nere asciugate al sole e poi ultimate nel forno, vi suggeriamo di non denocciolarle per non distruggere il frutto. Mettetele sul letto di pomodoro assieme ad manciata di capperi lavati ed asciugati.
Una spolverata di foglioline di origano staccate dai rametti e in forno per la cottura.
Eccoli riuniti, alcuni dei più intensi profumi di Sicilia, tutti in un'unica e gustosa pizza!

Pizzette ai quattro formaggi

 

Pizzette ai quattro formaggi, che merenda gustosa!

MEMO: 
pizza bianca: mozzarella, gorgonzola, provola, grana

Aprite il frigo e guardate nella scatola dei formaggi: un po' di gorgonzola, una fetta di provola, un po' di grana grattugiato. Perfetto! Aggiungete la mozzarella per pizza ed ecco un misto formaggi adatto per le pizzette.
Tagliate i formaggi in pezzetti più uguali possibile in modo da non avere la prevalenza di un gusto su un altro.
Prendete l'impasto lievitato e dividetelo in palline che poi tirerete in cerchietti di 10-12 centimetri.
Farcite le pizze con un po' di ogni formaggio e infine spolverate con il grana. Se vi piace, potete aggiungere un'acciuga o una macinata di pepe.
Mettetele nel forno preriscaldato a 220° per una decina di minuti controllando che i formaggi si sciolgano tutti e che acquistino una doratura non troppo carica.
Sfornatele, mettetele in un cestino largo e buona merenda!

Pizza alla Parmigiana

 

Una pizza e una deliziosa parmigiana di melanzane?
Quale gustosa combinazione per il palato!

MEMO: 
pomodoro, mozzarella, melanzane, basilico, grana

Prendete delle melanzane freschissime, lunghe e di medie grandezza. Tagliatele in modo da ottenere delle ruote, salatele con sale grosso e lasciatele riposare per un'oretta in modo che perdano quel po' d'acqua con l'eccesso del loro l'amarognolo.

Intanto stendete la pasta in una teglia rotonda per pizza, spalmate abbondante passata di pomodoro condita con un pizzico di sale e olio.
Scaldate l'olio per friggere le melanzane: il migliore per questo tipo di ortaggio sembra essere quello di oliva, ma potete usare quello di semi di arachidi con gusto meno marcato. Fatele dorare, poi scolatele e adagiatele su carta assorbente.
Preriscaldate il forno a 220°.
Prendete le rotelle di melanzane e mettetele sulla pizza. Ultimate con una spolverata di grana e infornate. Dopo una decina di minuti, controllando la cottura della pasta a seconda vi piaccia più o meno croccante, sfornate e ponetela su un piatto da pizza. Guarnite con un ciuffo di basilico ed ecco una gustosa e profumata pizza per voi!

Pizza alla Diavola

 

Una pizza rustica, per palati che amano i sapori decisi e intensi.
Per un aperitivo stuzzica-fame!

MEMO: 
pomodoro, mozzarella, salame piccante, olio EVO + peperoncino

Accendete il forno a 220°. Stendete la pasta su una teglia rettangolare e con l'aiuto di un cucchiaio copritela con la passata di pomodoro a cui avrete aggiunto un filo d'olio di oliva al peperoncino. Se vi piace il piccante intenso potete aggiungere anche del peperoncino in polvere alla passata di pomodoro, oltre ad un filo d'olio.

Adagiate le fette di salame piccante o anche della soppressata a vostro gusto.
Quando il forno sarà caldo, mettete la pizza a cuocere per una decina di minuti a seconda vi piaccia più o meno croccante facendo attenzione che il salame non diventi troppo secco.
Toglietela dal forno, tagliatela a triangoli, lasciatela intiepidire e servitela con gli aperitivi per stuzzicare il palato dei vostri ospiti!

Capricciosa / Quattro Stagioni

 

Una capricciosa ogni quattro stagioni o una quattro stagioni capricciosa? Tutta colpa di qualche oliva..

MEMO: 
Capricciosa
pomodoro, mozzarella, carciofini, prosciutto cotto, funghi (ORDINE SPARSO e CASUALE)
Quattro Stagioni
pomodoro, mozzarella, carciofini, prosciutto cotto, funghi, olive (DIVISA IN SETTORI)

Dividete l'impasto in due e mettetele su due teglie rotonde per pizza. Stendete un velo di passata di pomodoro con un pizzico di sale. Aggiungete la mozzarella in pezzetti.

Preparate gli altri ingredienti: tagliate i carciofini in spicchi e il prosciutto cotto in pezzetti, denocciolate le olive nere e scolate i funghi trifolati.
Ora mettete gli ingredienti sulle due pizze, facendo attenzione alla disposizione.
La quattro stagioni sarà divisa in quattro parti uguali che conterranno: un quarto i carciofini, un quarto il prosciutto e un quarto i funghi trifolati, un quarto le olive nere.
Potete mettere un rotolino di pasta per delimitare i settori se volete divisioni nette.
La capricciosa solitamente non ha le olive e tutti gli ingredienti si mescolano sul letto di pomodoro formando una deliziosa unione di sapori.
Che sia capricciosa o quattro stagioni, tutti a tavola!

Pizza Margherita


La pizza Margherita è sicuramente una tra le più semplici e tra le più amate.
Gli ingredienti sono quelli che tutti conoscono: passata di pomodoro, mozzarella, olio e foglie di basilico; l’importante è che siano di qualità per esaltare il sapore e la genuinità.

In una ciotola versate la passata di pomodoro che condirete con l’olio d’oliva e il sale. Poi distribuite la passata sulla pizza aiutandovi con un cucchiaio.
Dopo aver preriscaldato il forno a 250°C infornate la pizza per circa 6 minuti. Nel frattempo prendete la mozzarella (che deve essere fiordilatte), tagliatela a dadini.
Passati i 6 minuti sfornate la teglia e distribuite la mozzarella uniformemente sulla pizza, quindi infornate nuovamente per altri 6 minuti.
Se utilizzate un forno ventilato i tempi di cottura diventano 5 minuti e 5 minuti.
A cottura ultimata potete togliere la pizza dal forno e trasferitela su un piatto da portata, guarnite con qualche foglia di basilico e servitela ben calda.
Il profumo del pomodoro e del basilico sembra già di sentirli, buon appetito!

Strapizza.it usa i cookies per il login, la navigazione, gli acquisti e altre funzioni di tracciamento. Accetta per consentire i cookies.